Dreadnought per PlayStation 4 introduce i custom match

Six Foot e lo sviluppatore indipendente YAGER hanno pubblicato un nuovo aggiornamento per Dreadnought, l’action game multiplayer ambientato nello spazio e basato sul combattimento tra diverse classi di astronavi disponibile gratuitamente per PlayStation 4. L’ultimo aggiornamento introduce i custom match, ovvero la possibilità di organizzare partite personalizzate. Queste permettono ai giocatori di creare lobby private, impostare differenti parametri come la mappa, la modalità di gioco, e invitare amici per giocare nella stessa squadra o come avversari. Inoltre, si può decidere se riempire gli slot vuoti con l’IA, affrontare lo scontro con due squadre al completo, oppure provare qualcosa di insolito come un 1 vs. 5 e questo è soltanto l’inizio; il team di sviluppo, infatti, sta lavorando per introdurre nuove funzioni per i custom match, incluse nuove possibilità di personalizzazione.

Per ulteriori informazioni sui custom match, leggi le note della patch a questo indirizzo. Per scoprire maggiori dettagli sull’incrociatore tattico Akkoro, nuova navicella disponibile, e su tutte le novità introdotte in questo aggiornamento riguardanti il gioco e il marketplace, leggi questo articolo.

Dreadnought mette i giocatori al comando di enormi navicelle impegnate in prima linea in combattimenti spaziali a squadre attraverso diverse modalità multigiocatore online di natura competitiva. Cinque diversi classi di astronavi, ognuna delle quali specializzata in ruoli strategici, come il combattimento in prima linea, il bombardamento a distanza o il supporto tattico, offrono ai capitani la giusta flotta per mettere a nudo e sfruttare i punti deboli nemici per conquistare la vittoria. Il gioco può vantare più di 50 astronavi diverse da padroneggiare e personalizzare attraverso un’ampia gamma di armi, moduli aggiuntivi, scafi e decalcomanie.

Dreadnought è disponibile per il download gratuito su PS4, mentre è in fase di open beta, gratuita, su Windows PC. Scopri le ultime notizie su www.dreadnought.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *